Vincitori e Serata di Premiazione 2017

Gentili poetesse ed egregi poeti,

SABATO 20 MAGGIO ALLE ORE 18:30 PRESSO I GIARDINI DEL TORRIONE DI ANGUILLARA SABAZIA,

avverrà la serata di premiazione del concorso di poesia “Anguillara si espRIME” 2017, avente come temaPonti d’Incontro, Muri si Scontro.

Comunichiamo i nominativi dei vincitori – che saranno invitati a leggere le loro poesie – in ordine alfabetico.
L’ordine di premiazione verrà comunicato durante la serata.

Per la categoria “POETI DI LUNGO CORSO”:

  • Maria Bonamici, con la poesia “È ORA DE PIJA’ PACE” in dialetto romanesco
  • Rita Iacoponi, con la poesia “ER PETTEGOLEZZO”, in dialetto romanesco
  • Maurizio Misitano, con la poesia “EL PONTE DEI RICORD”, in dialetto milanese
  • Andrea Stocchiero, con la poesia “VOJO EL MURO ANCA MI”, in dialetto vicentino

Per la categoria “POETI IN ERBA”:

  • Simone Impacciatore, con la poesia “I PONTI DER CÒRE”, in dialetto romanesco
  • Tommaso Marin con la poesia “ORTRE ER MURO”, in dialetto romanesco
  • Simona Messina, Federico Moriconi e Martina Pasqui con la poesia “EN MURO DE SABIA”, in dialetto di Calice al Cornoviglio (SP)
  • Stefania Oliveto, Lavinia Pizzi, Alessia Stufa con la poesia “COR CÒRE SE PO’”, in dialetto romanesco
  • Sofia Scopetti con la poesia “IL SOLE, LA LUNA E L’ECLISSI”, in lingua italiana

Assegnato il PREMIO DELLA GIURIA a:

  • Anna Maria Forniti con la poesia “UN MURO IMPORTANTE”, in lingua italiana
  • Torabiyeganeh Meysan, con la poesia “UN PONTE E NON UNO SCOPO”, in lingua italiana
  • Ali Musa Niwar, con la poesia “IL PAESE DI ALIBBABBÀ”, il lingua italiana
  • Ali Ahmednur, Cisse Dijbril e Diko Alassane, con la poesia “IL NOSTRO PONTE”, in lingua italiana.

Saranno inoltre invitati a leggere le loro poesie:

  • Maria Baciu, poesia “PODURILE”, in lingua rumena
  • Roberto Filzi, poesia “GLI IMMIGRATI”, in lingua italiana
  • Gabriele Amedeo Giordani, poesia “NOI SCAPPIAMO. MURI D’ACQUA”, in lingua italiana

Tutti i partecipanti della categoria “POETI IN ERBA” riceveranno un attestato di partecipazione.

Si attende un’ampia e allegra partecipazione di tutti, ricordando il motto del concorso:

« Er premio più gajardo e sorprennente
   è quello de fa’ ride ‘n po’ la gente, 

  de fa’ sorti’ ‘n soriso in su la faccia
  pe’ fatte abbozza’ mejo ‘sta vitaccia, 

  che si ridi la vita ‘n se lo spiega…
  e tu la freghi prima che te frega ! »

Pubblicato il 12 maggio 2017 su Senza categoria. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: