La Povesìa 1

Puffo Poeta

Il Puffo Poeta

Stamio [1] ‘n un monno [2] gretto che deprime,
che vive tutto cò granne pavura [3];
distrugge l’aria, sfonna la natura,
ma, soprattutto, che nun te fà espRime.

Si quello che cia’ drento spigne forte,
si ciai ‘n penziero ch’è controcorente,
nun t’adattà a quer che disc’[4] ‘a ggente,
esprimelo, e quer che sòrte, sòrte [5].

Er modo c’è, ma tu prennel’ ar volo,
perché la povesìa po’ fà da cura,
ma quanno scrivi nun te sentì solo.

Piazza ‘r penziero tuo senza pavura,
mettilo i’ rima, che ce sta a fasciolo [6],
perché, poesi’ e dialetto, sò Curtura.

 

 Anguillara Sabazia, 19 aprile 2014

Poggiamorella

Stemma de Il Salustro

Il Salustro


 

  1. Siamo
  2. Mondo.
  3. Grande paura.
  4. Dice.
  5. Quel che esce, esce.
  6. Fagiolo.

Pubblicato il 22 aprile 2014 su Senza categoria. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Commenti disabilitati su La Povesìa 1.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: